giovedì 26 novembre 2015

Biscotti latte e castagne


Questi biscotti sono la modifica dei famosi biscotti al latte, famosi per me dato che li ho provati da qualche anno, non ve li ho ancora proposti dato che mi sono persa le foto in qualche archivio e non ne ho rifatte altre, logico no. Quindi da brava blogger casinista vi propongo prima la variante e poi vi mostrerò la ricetta base. I biscotti al latte sono perfetti per essere inzuppati, il gusto di castagna dona quel profumo e quel gusto in più rendendoli buoni al primo morso.

Ingredienti:
250 gr. di farina di grano (la mia integrale tipo 2)
250 gr. di farina di castagne
150 gr. di zucchero (integrale chiaro)
150 cc. di latte
100 gr. di burro
1 bustina di lievito


In una ciotola metto le farine e lo zucchero, unisco il burro sbriciolandovelo dentro, aggiungo il latte ed amalgamo il tutto, con un goccio di latte che ho tenuto da parte sciolgo il lievito (come mi ha insegnato la nonna) e lo aggiungo al composto. Lascio riposare l'impasto per 20 min. al fresco, lo stendo alto circa 0,5 cm. e taglio ed inforno a 170° per 15 min. In questo caso li ho tagliati a triangolo con la rondella per la pasta, velocissimo. Le foto che vedete sono state scattate dal mio compare, gliele ho richieste dato che aveva l'occasione di farle con la luce del giorno.
La fumna burbota: le foto me le ha fatte belle il compare che con le immagini se la cava niente male, ma poteva scegliere meglio i biscotti? S'è preso quello pieno di crepe, ma bastalà!


venerdì 13 novembre 2015

Risotto di zucca


Tempo di zucca, ma quanto ci piace?
Ho un sacco di ricette raccolte, pronte per essere gustate condivise, alcune sono lì in attesa dalla scorsa stagione.
Quest'anno l'orto ce ne ha regalato un rispettosissimo esemplare, lo vedete esposto qui sopra con il guardiano Leo nella tremante luce del mattino. Si parla di un mese fa circa.
Cominciamo da un piatto irrinunciabile e collaudato: il mio risotto di zucca.


Ingredienti:
300 gr. di zucca nettata
220 gr. di riso semintegrale (o bianco)
1 cipolla grande
1/2 bicchiere di vino bianco
formaggio parmigiano in abbondnza
2 cucch. di dado vegetale
1 noce di burro
Cannella in polvere
Olio Evo, sale pepe q.b.

Preparo il brodo con il dado vegetale e lo strato più esterno della cipolla, appoggio la vaporiere sulla pentola del brodo (la mia vaporiera si usa così), e vi sistemo i 2/3 della zucca a tocchi, la restante la taglio a quadretti.
In padella soffriggo la cipolla, vi aggiungo il pepe e la cannella, unisco il riso e lascio tostare bene il tutto, sfumo con il vino bianco e lascio asciugare, a questo punto aggiungo la zucca a dadini e un pizzico di sale ed aggiungo il brodo ...solo quello necessario a coprire il tutto e procedo così a poco alla volta...e non so più neanch'io perché sto a ridirvelo dato che per me il risotto è solo questo, altrimenti se vi presento un riso non "risottato" lo nomino riso e basta. Su questo argomento sono piuttosto suscettibile, la mia lombarditudine si fa sentire. Riprendiamo il nostro risotto, quando il riso sarà a metà cottura aggiungo un po' del parmigiano grattugiato e un paio di cucchiai della zucca cotta al vapore precedentemente schiacciata con la forchetta. Proseguo mano mano fino a terminare gli ingredienti, portando il riso alla cottura, un'ultima spolverizzata di cannella e la noce di burro. Shhhhhhhhhhhhhh!
Tempo di riposo del risotto e poi si mangia!
Cremosità su cremosità, la zucca cotta al vapore rende questo risotto adatto solo ai fanatici della meravigliosa cucurbitacea.

venerdì 6 novembre 2015

Torta di mele


La ricetta è sempre quella quella della torta di yogurt con tantissime mele e tanta cannella, con farina di grano integrale e un avanzo di farina di mais. 
Fatta in 10 minuti. 
Giusto perché la so a memoria.
Tutto qui.
Si può essere più pigri di me?