venerdì 16 ottobre 2015

Avena dell'ortolano


L'altra settimana, ovvero una decina di giorni fa', l'orticello ci ha regalato le ultime delizie "estive". Ve lo propongo oggi che la neve ha fatto capolino sulle montagne e l'aria si è fatta fresca fresca, così per scaldarci un po' e riassaporare un alito di aria calda. 

Ingredienti:
200 gr. di avena
4 zucchine*
3 melanzane*
2 pomodori*
1 cipolla*
1/2 spicchio d'aglio
Prezzemolo
Semi di girasole
Olio Evo q.b.

*Le verdure sono primizie tardive, piccolissime.

Porre l'avena con acqua corrispondente al doppio del suo volume, un pizzico di sale, cuocere fino ad assorbimento, circa 35min. Dello stesso tipo di cereale la cottura cambia, non solo ci sono chicchi di dimensioni e qualità differenti, ma anche il modo in cui il chicco è stato ripulito (dalla pula, ahah!) influisce sui minuti di cottura.
Nel frattempo tagliare la verdura a dadini. In una padella con 2 cucch. di olio Evo cuocere la cipolla 3 minuti, unire le melanzane, salare e coprire. Queste, melanzane, come al loro solito si assorbiranno tutto l'olio, quindi consiglio di schiacciarle un po' per far uscire un po' di liquido, unire le zucchine, saltare qualche minuto senza coperchio ed infine unire i pomodori. Tritare il prezzemolo con i semi di girasole e un'unghia di spicchio d'aglio (se no il marito si lamenta) e un pizzico di sale.
Quando l'avena è cotta, rigirarla sul fuoco con la verdura e aggiungervi il trito di prezzemolo a crudo.

giovedì 8 ottobre 2015

Come mi porto le verdure dell'orto in gita


Appunti dalla trascorsa estate. 
Quando vado a camminare in montagna, spesso mi preparo qualcosa di fresco, approfittando delle verdure dell'orto.
Qui ho raccolto un paio di idee:
- Insalata di farro con fagiolini, zucchine all'aceto, pomodorini freschi e secchi, erbe aromatiche a profusione, semi oleosi facoltativi
- Tortino "frittatone" di zucchine

Il primo è un classico, anche perché i fagiolini e le zucchine crescono in abbondanza nello stesso periodo. Il secondo mi è venuto in mente per smaltire zucchine e uova in eccesso.
La parola smaltire ha ovviamente un doppio senso, data la lunga camminata durante la quale il piatto è stato assaporato.



Insalata di farro 
200 gr. di farro
3 zucchine
fagiolini ( a occhio)
3 pomodori (o più pomodori cigliegino)
4 pomodori secchi
Erbe aromatiche a scelta, per me maggiorana fresca.
Qualche seme di girasole e sesamo.
Si potrebbe aggiungere anche qualche oliva, senza esagerare. Se l'insalata la prepariamo per portarcela in una camminata si dovrebbe evitare di farla troppo saporita o salata, altrimenti ci metterà sete.
Le zucchine le preparo a dadini, le salto in poco olio e irroro il tutto con 2 dita d'aceto diluito con un goccio d'acqua, lascio evaporare a fuoco vivo e spengo. Tolgo subito le zucchine dalla padella, le allargo in un grande piatto e solo in questo momento le salo, in questo modo rimangono belle croccanti.
I fagiolini sono bolliti, li taglio a tocchetti con i pomodori, in una grande ciotola li condisco con olio Evo e poco sale e l'erba aromatica.
Il farro lo cuocio con acqua corrispondente al doppio del suo volume, questi erano chicchi piuttosto piccoli pronti in 20 minuti. Dipende dal chicco, solitamente ci mette almeno 30-40 minuti, si può ovviare cuocendolo 15 min. in pentola a pressione. Prima però vi consiglio di provare a cuocerlo una volta per cronometrare i tempi di cottura e successivamente potrete cuocere il farro in pentola a pressione dimezzandoli.
Come vedete le dosi sono da reggimento, perché ... perché... sono esagerata! Se non volete mangiarne per 3 giorni, regolatevi ; )


Teglia di zucchine e fiori in frittata
4 o 5 zucchine con i suoi fiori
3 o 4 cucch. di farina di mais
1 cucch. olio Evo
foglie di santoreggia
5 uova
Fare le zucchine a fette longitudinali alte 3 mm circa, passarle in forno caldo 6 minuti per lato. Ungere leggermente una teglia, fare degli strati di zucchine diradati, spargendo su ogni strato un po' di farina e poco sale. Sbattere le uova con sale pepe ed erbe e versare nella teglia. Cuocere in forno a 180° per 20min. circa. Tagliare a quadrati da freddo e porre in una vaschetta e successivamente nello zaino. 





C'è una bell'aria tiepida ora fuori, chissà se questo fine settimana il tempo mi lascerà fare una gita, più in bassa quota si intende. Nella foto il massiccio del Monte Rosa che si nasconde dietro le nuvole, sono passati solo un paio di mesi dallo scatto ma mi sembra molto più lontano.