giovedì 23 maggio 2013

Riso integrale con asparagi e cipollotti




Un buon riso con gli asparagi, dobbiamo aggiungere altro?
Questi asparagi sono stati un colpo di fortuna al supermercato cooperativo, un mazzetto di asparagi bio freschi freschi! Ed erano buonissimi, un gusto delicato e profumato, davvero ottimi! Ora, al supermercato vado poco, compro poca verdura, solo se non ho nulla in casa e solo quello che ha un bella faccia perché, diciamocelo, costerà meno ma spesso dura poco e il risultato è che una parte viene sprecata quindi alla fine la convenienza è fittizia. Non parliamo della perdita di gusto, sapore e fragranza (e nutrienti!). Di solito metto in carrello quei prodotti bio a disposizione quasi sempre tipo carote patate cipolle e varie valutate sul momento. Preferisco acquistare verdura e frutta presso amici produttori bio, ad integrazione dell'orticello, o da piccoli produttori locali. Ma ci sono dei periodi nei quali la produzione è scarsa, come questa primavera tardiva. In questi casi vado dal fruttivendolo per avere una maggiore scelta e trovare prodotti meno coltivati nella zona come piselli, fave, asparagi e altre delizie. Rinuncio al "bio" per la varietà e la freschezza, questo è il mio compromesso. Del resto nella mia zona ci sono due negozi "bio" con una scelta di verdure risicata, una ha pochi prodotti, quasi sempre i soliti, piuttosto freschi e buoni, l'altro, quello a me più comodo, ha un banco di verdura fiappa e triste. E si spiega perché dichiari una fortuna l'aver trovato un mazzo di bio-asparagi!
In genere, per quanto riguarda i prodotti freschi, trovo una buona regola non decidere a priori cosa comprare, meglio valutare l'offerta e decidere in base a ciò che ispira di più. Quante volte sono andata per acquistare una verdura, ingrediente essenziale per una ricetta e non l'ho trovata, oppure c'era ma era così così e magari ho ceduto all'idea prestabilita di comprarla ma di fatto non ero soddisfatta, vi è mai successo? Bene, ora cerco di non fissarmi e di farmi venire in mente cosa cucinare sul momento, magari per ingannare l'attesa del mio turno, così prendo davvero solo quello che mi convince. Anche dal fruttivendolo, qui e ora, vivere l'istante! ; )

Ingredienti:
250 gr. di riso integrale Rosa Marchetti dell'Angelo
   1 mazzo di asparagi
   3 cipollotti
   2 cucchiaini di dado vegetale
   1 pizzico di curcuma
Olio Evo
Tutti gli ingredienti sono Bio

Questa qualità di riso è molto delicata, non ha molto amido, cuoce in soli 35/40 minuti. Leggero e piacevole, potrà far cambiare idea a chi solitamente non ama il riso integrale. Come si vede dalla foto i chicchi di riso mostrano il "germe", la parte più nutriente che nel riso bianco si perde con la raffinazione. Per me vale la pena di provarlo, non solo perché fa bene, anche perché é proprio buono!
Cuocere il riso con un volume di acqua pari al doppio del suo, due cucchiaini di dado vegetale e un pizzico di curcuma.
In una padella capace soffriggere i cipollotti, prima la parte bianca e dopo quella verde, aggiungere i gambi degli asparagi a tocchetti salare e coprire, cuocere per 10 minuti rigirando ogni tanto. Spegnere e aggiungere le punte degli asparagi, incoperchiare: in questo modo le punte cuoceranno al vapore.
Quando il riso è cotto rigirarlo in padella con le verdure e servire.


3 commenti:

  1. Ciao Cincia, il tuo risotto agli asparagi è una delizia :) ...con gli asparagi appena raccolti e bio, il gusto raddoppia!!! ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Letissia, grazie della visita!

    RispondiElimina
  3. mi piace molto la scelta del riso integrale per il risotto non è comune e la trovo molto corretta

    RispondiElimina